Skip to main content

Privacy sul Web: Tutto ciò che dovremmo sapere.

Un argomento molto caldo dalla nascita del web è senza ombra di dubbio la questione privacy. Questo argomento è sicuramente uno dei più delicati e più trattati negli ultimi anni in quanto accompagna scenari distinti a volte positivi altre volte negativi.

L’avvento e la rapida espansione del Web non ha dato il tempo, a noi utilizzatori, di sensibilizzarci in merito e farci le domande giuste come: Siamo protetti sul Web? Siamo liberi di dire e fare ciò che vogliamo? Come può esso ritorcersi contro?.

Con questo articolo cercherò di rispondere a queste domande che pochi si chiedono. Lo farò forse in modo piuttosto diretto, questo perchè bisogna aver chiaro che nonostante non vi siano regole scritte sul web, vi è una regola non scritta ovvero la disciplina, che se non rispettata, può portare davvero gravi conseguenze.

Dall’avvento dei Social Network e grazie alla nascita della Tv spazzatura, dove l’esaltazione della sessualità giocattolo è concessa, possiamo notare che i cosiddetti Social si riempiono giorno dopo giorno di contenuti soft-porno come possono essere book fotografici super provocanti, foto cosiddette aftersex ed alti contenuti tendente al sessuale e/o criminale. Questa moda che sta spopolando tra i giovani e non, sta portando fortunatamente a mettere i Social al riparo, creando regole ferree che proibiscono tali contenuti.

Ma cosa succede se scriviamo o pubblichiamo qualcosa che va contro l’etica morale?

Se il contenuto ha un alto tasso di erotismo per esempio si potrebbe entrare nel circolo vizioso della viralità, ovvero nella condivisione rapida e progressiva che assume la forma ad albero. E come qualcuno ha già provato, essa non perdona. In questo circolo si possono raggiungere picchi di 500.000 views all’ora e come potete immaginare non si può gestire una quantità di pubblico simile, soprattutto se si è una persona comune. Quindi attenzione a ciò che fate o dite.

Si possono rimuovere i nostri contenuti dal web?

Google e molte altre delle grandi aziende hanno inserito nelle loro Policy il diritto all’oblio. L’oblio consiste teoricamente nella cancellazione di tutti i dati e le informazioni riguardanti una determinata persona o compagnia.

La parola teoricamente non è messa li per caso. Infatti queste grandi compagnie ci “nascondono” dai loro motori di ricerca o Social che siano, ma nei server fisici (grandi computer che immagazzinano dati) le nostre informazioni sono comunque presenti. Spiego brevemente il funzionamenti del Web per rendere l’idea.

Quando si carica una foto che sia su Facebook su un blog personale o altro, essa è inviata al server più vicino e salvata. Per salvaguardare il funzionamento del sistema Web e per rendere i nostri contenuti accessibili nel minor tempo possibile da ognuno, il globo terreste è coperto da centinai e centinaia di server che copiano la nostra foto dentro di loro e ne salvano il contenuto. Bene l’eliminazione definitiva dal server attualmente è qualcosa di impossibile, questo perchè non tutti i server sono gestiti dalle grandi compagnie come Google, Facebook ed altro.

Considerando vera però la possibilità di poter eliminare definitivamente la nostra foto, ci scontriamo contro un altro ostacolo, ovvero quei servizi indipendenti che hanno server indipendenti che è loro prerogativa salvare tutto lo storico del Web (vedi articolo di esempio).

Detto ciò ritornando al tema privacy possiamo capire che chiunque fa parte attivamente dell’ecosistema di Internet ha violato lui stesso la sua privacy in quando ha dato in mano al mondo i suoi contenuti giusti o sbagliati che siano.

Per una tranquilla esperienza basta seguire pochi consigli che molte volte non sono regolamentati.

1 Essere nel 2016 non implica denudarsi (figuriamoci cosa succederà nel 2050).

2 Non offendere con linguaggio scurrile e/o non intimare nessuno.

3 Salvaguardate i minori non pubblicando i loro volti. (Molti siti pedopornografici utilizzano i loro volti creando contenuti orribili. Potreste rovinare la loro vita senza accorgevene).

4 Non inserite contenuti basati sulla criminalità e le mafie.

5 Siate gentili, onesti e responsabili.

Il Web è una delle potenze più grandi del mondo che può darvi grandissime soddisfazioni e magari portarvi al successo, ma come le grandi potenze se non gestite vi danneggeranno. Fatene buon uso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *